Nel cuore della Grande Nebulosa di Orione

Per una migliore visione delle immagini, regolare le impostazioni dello schermo così da rendere visibili tutte le sfumature nella scala di grigi sottostante.

Non capita molto spesso di riuscire a mettere le mani su un telescopio di classe professionale. Tuttavia qualche volta succede :mrgreen: .

Il 27 dicembre 2015 mi è capitato di effettuare alcune prove sul telescopio dell’Osservatorio di Fascia (maggiori informazioni qui e qui), sito nell’Appennino Ligure a 1400 m d’altezza.

Lo strumento principale è un Ritchey-Chretien della ASTELCO da 800 mm f/8 (6400 mm di lunghezza focale) costruito nel 2010-2011, dotato di montatura altazimutale e due fuochi Nasmyth per osservazione visuale e riprese di immagini. Dopo una serata di prove tecniche, ho colto l’occasione di puntare questo bestione nel cuore di M42, la Grande Nebulosa di Orione. Poche decine di secondi di posa al fuoco nasmyth sono bastate a catturare le più tenui strutture di uno degli oggetti più belli del cielo. La camera di ripresa utilizzata è una SBIG STL-11000, il resto dei dati di ripresa  nella didascalia. Cliccare sull’immagine qua sotto per aprirne una versione a piena risoluzione con tutti i dati di ripresa.

0
M 42 (the Great Orion Nebula)

M 42 (the Great Orion Nebula)

Prima dell’elaborazione cosmetica, l’immagine presentava in alcuni punti delle strane strutture, come ad esempio quelle mostrate nel riquadro sotto, che non appartengono alla nebulosa, non sono prodotti dall’elaborazione ma quasi certamente sono dovuti a qualche riflesso interno.

M42 (close-up) with some ghost reflections

Comunque, buona visione e… grazie per la visita! :mrgreen:

Leave a comment