La cometa C/2014 Q2 Lovejoy in avvicinamento

Per una migliore visione delle immagini, regolare le impostazioni dello schermo così da rendere visibili tutte le sfumature nella scala di grigi sottostante.

Scoperta nell'agosto 2014 dall'astrofilo australiano Terry Lovejoy (la quinta cometa scoperta da lui), questa cometa si sta rivelando un bell'oggetto. E attualmente di magnitudine 4.5, dunque visibile ad occhio nudo, ma solo da cieli bui, nella costellazione di Eridano. Nel corso del mese di gennaio le condizioni di visibilità miglioreranno ancora, poiché salirà rapidamente a declinazioni più settentrionali. Per maggiori informazioni, consultare ad esempio il sito web di Sky & Telescope.

Io ho fotografato la cometa Lovejoy il 27 dicembre 2014 dall'Appennino, quando trovandosi a -27° di declinazione era ancora molto bassa sull'orizzonte. Per tale motivo, nell'elaborare le foto ho dovuto lottare ferocemente con forti gradienti dovuti all'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per osservarla dall'emisfero nord dovrebbe essere tra il 15 e il 20 di gennaio, quando la Luna Nuova non disturberà l'osservazione e la luminosità della cometa dovrebbe essere aumentata fino alla magnitudine 4, o anche alla 3.5. E importante sottolineare che non si tratta di un oggetto memorabile, ma chi avrà la pazienza di recarsi in un luogo buio e puntare un binocolo nella sua direzione non rimarrà deluso.

Le due foto di questo post sono state ottenute con il Pentax 75 e la Canon 6D; le altre informazioni tecniche sono contenute nelle didascalie. La prima mostra la situazione reale, cioè il moto della cometa fra le stelle; nella seconda, più elaborata, il moto della cometa è stato come congelato. Buona visione!

1

0

Leave a comment